Prestiti a Segnalati Crif: Sei segnalato in centrale rischi e ti occorre un prestito?

Prestiti a Segnalati Crif

Cosa sono i Prestiti per Segnalati Crif

Se ti occorre un prestito e sei segnalato in banca dati come cattivo pagatore i prestiti per segnalati crif potrebbero essere la soluzione migliore. Se cerchi una soluzione reale che ti permetta di ottenere nuova liquidità una delle poche soluzioni è la cessione del quinto dello stipendio o della pensione. Si tratta di una forma di prestito personale dove, a differenza diei normali prestiti, la rata anzichè venire addebitata su conto corrente, viene trattenuta sulla busta paga o sulla pensione. Questo meccanismo di addebito permette una valutazione del rischio creditizio molto bassa, ne consegue che chi deve erogare il prestito lo farà più facilmente. Infatti nella cessione del quinto non vengono interrogate le banche dati.

Chi può richiedere i prestiti a protestati e segnalati in crif

Le categorie principali che possono richiedere i Prestiti Segnalati Crif tramite la cessione del quinto sono i dipendenti ed i pensionati.

Per quanto riguarda i primi troviamo i dipendenti pubblici, statali e privati anche con contratto a tempo determinato, ma solo se la durata del contratto è uguale o superiore alla durata del finanziamento.

Anche i pensionati nps, Ipost o Inpdap possono richiedere i Prestiti per cattivi pagatori grazie alla trattenuta dalla pensione della rata mensile.

Ricordiamo che l’importo della rata non può superare un quinto dello stipendio netto o della pensione netta, il rimborso avviene con durata che varia dai 24 a 120 mesi (10 anni) e che sono presenti polizze assicurative.

Prestiti per Segnalati Crif: INFORMAZIONI SU CRIF

Quando si richiede un prestito la banca andrà a visualizzare i dati del richiedente sulle banche dati, ed una di queste è proprio crif. Non è altro che una banca dati dove vengono memorizzati tutti i dati inerente richieste di prestiti, finanziamenti, mutui e carte di credito legate ad ogni singolo soggetto. Tra i dati memorizzati troviamo l’importo, la data di richiesta lo stato sui pagamenti e la durata di rimborso.

E’ bene precisare che vengono memorizzate anche le richieste che non hanno avuto coro, come le richieste ritirate o in caso di prestito rifiutato.

CRIF si occupa della sola archiviazione dei dati.

Le tempistiche con cui i dati rimangono memorizzati sono ben definiti grazie al provvedimento del Garante della Privacy del 16 novembre 2004.

Prestiti a segnalati in crif senza cessione del quinto

Possiamo trovare anche alternative ai prestiti cattivi pagatori senza cessione del quinto come il prestito tra privati o il prestito cambializzato, ma si tratta di finanziamenti molto difficili da ottenere e con procedure complesse.

Categorie: Prestiti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *